Risultati della gestione finanziaria

Situazione patrimoniale–finanziaria consolidata riclassificata 10

Variazione
(m)31.12.201531.12.20142014a cambi costanti
Attività immateriali 921,3 868,3 53,1 (10,1)
Immobili, impianti e macchinari 876,0 834,9 41,1 (7,1)
Immobilizzazioni finanziarie 17,3 22,8 (5,6) (5,8)
A) Capitale immobilizzato 1.814,6 1.726,0 88,6 (23,0)
Rimanenze 136,4 123,5 12,9 9,7
Crediti commerciali 48,3 42,5 5,8 5,7
Altri crediti 148,8 151,3 (2,5) (7,5)
Debiti commerciali (398,8) (377,1) (21,7) (11,4)
Altri debiti (352,2) (335,0) (17,2) 0,9
B) Capitale di esercizio (417,4) (394,7) (22,7) (2,6)
Capitale investito (A + B) 1.397,2 1.331,3 65,8 (25,6)
C) Altre attività e passività non correnti non finanziarie (152,7) (147,3) (5,4) 3,9
D) Capitale investito netto (A + B + C) 1.244,4 1.184,0 60,4 (21,6)
Patrimonio netto attribuibile ai soci della controllante 559,6 458,5 101,0 64,3
Patrimonio netto attribuibile ad interessenze di pertinenza di terzi 40,4 32,1 8,3 8,2
E) Patrimonio netto 600,0 490,7 109,3 72,5
Debiti finanziari a medio–lungo termine 743,4 752,7 (9,3) (60,0)
Crediti finanziari a medio–lungo termine (4,7) (4,9) 0,2 0,7
F) Posizione finanziaria netta a medio–lungo termine 738,6 747,8 (9,2) (59,3)
Debiti finanziari a breve termine 97,3 150,0 (52,7) (61,0)
Disponibilità e crediti finanziaria breve termine (191,5) (204,5) 13,0 26,1
G) Posizione finanziaria nettaa breve termine (94,2) (54,5) (39,7) (34,8)
Posizione finanziaria netta (F + G) 644,4 693,3 (48,9) (94,1)
H) Totale (E + F + G), come in D) 1.244,4 1.184,0 60,4 (21,6)
   

Il capitale investito netto al 31 dicembre 2015 è pari a € 1.244,4m, in aumento di € 60,4m rispetto a € 1.184,0m al 31 dicembre 2014, per effetto prevalentemente della rivalutazione del Dollaro statunitense nei confronti dell’Euro.

Generazione di cassa netta

(m)  Esercizio 2015Esercizio 2014
EBITDA 376,2 316,2
Variazione capitale circolante netto 13,1 (35,3)
Altro (4,9) (4,5)
Flusso monetario da attività operative 384,4 276,5
Imposte pagate (51,6) (36,5)
Interessi netti pagati (35,7) (30,8)
Flusso monetario netto da attività operative 297,2 209,1
Investimenti netti pagati (219,0) (175,9)
Cessione Ramo US Retail 23,4 18,6
Generazione di cassa netta 101,5 51,8
   

Nel 2015 la generazione di cassa netta è stata pari a € 101,5m, in crescita rispetto a € 51,8m del 2014. L’incremento degli investimenti pagati risulta più che compensato dalla gestione operativa grazie all’aumento dell’EBITDA e al contributo del capitale circolante netto che ha beneficiato della ripresa crescita dei ricavi.

La variazione degli interessi netti pagati risulta negativa per effetto di incassi non ricorrenti, avvenuti nel 2014, per circa $ 7,6m, e legati alla chiusura anticipata di contratti derivati di copertura di rischio tasso di interesse sui prestiti obbligazionari statunitensi.

Le imposte pagate aumentano per la presenza, nel solo 2015, di esborsi connessi alla cessione del business US Retail ($ 7,1m), nonché per i maggiori acconti di imposte versati negli Stati Uniti durante l’anno.

La generazione di cassa netta beneficia, in entrambi i periodi a confronto, degli effetti derivanti dalla cessione al Gruppo World Duty Free delle attività Travel Retail gestite negli aeroporti statunitensi e in particolare di un incasso di $ 25,5m (€ 23,4m) nel 2015, a seguito della cessione degli ultimi quattro contratti avvenuta a febbraio 2015 11. Nel 2014 gli incassi relativi alla cessione al Gruppo World Duty Free delle attività Travel Retail erano stati pari a $ 24,4m (€ 18,6m).

Posizione finanziaria netta

L’indebitamento finanziario al 31 dicembre 2015 è risultato pari a € 644,4m rispetto ai € 693,3m del 31 dicembre 2014. Il contributo fornito dalla generazione di cassa operativa ha permesso di finanziare completamente gli investimenti realizzati nell’esercizio e compensare l’effetto negativo derivante dalla conversione in Euro del debito finanziario denominato in Dollari statunitensi.

Evoluzione della posizione finanziaria netta (m€)      

Evoluzione della posizione finanziaria netta (€)

Il fair value dei contratti derivati per la gestione del rischio tasso d’interesse al 31 dicembre 2015 è pari a € 1,7m, rispetto a € -3,5m del 31 dicembre 2014.

Al 31 dicembre 2015 il debito finanziario netto è composto per il 70% in Dollari USA e per la parte rimanente in Euro ed è a tasso fisso per il 54,8% dell’ammontare complessivo, anche per effetto di coperture sul rischio tasso di interesse. Il debito è composto prevalentemente da linee bancarie “committed” a medio termine e da obbligazioni non quotate, a medio e lungo termine, con una durata media residua dei finanziamenti di circa 4 anni e 6 mesi. In tale contesto si ricorda che nel mese di marzo 2015 la controllata HMSHost Corporation ha ottenuto un’estensione della durata della linea di credito di $ 250m, originariamente in scadenza a marzo 2016, sino a marzo 2020. Sempre nel mese di marzo 2015 la capogruppo Autogrill S.p.A. ha sottoscritto un nuovo contratto di finanziamento del valore complessivo di € 600m con scadenza a marzo 2020.

Nell’esercizio 2015 il costo medio ponderato del debito è stato del 4,1% rispetto al 5,1% dell’anno precedente.

I contratti di finanziamento e i prestiti obbligazionari del Gruppo prevedono il mantenimento entro valori prestabiliti di alcuni indicatori economico-finanziari. Al 31 dicembre 2015 tutti i parametri risultano ampiamente rispettati.

10. Le voci della Situazione patrimoniale–finanziaria consolidata riclassificata sono direttamente desumibili dai prospetti contabili del Bilancio consolidato, integrati dalle relative Note illustrative, ad eccezione della voce “Immobilizzazioni finanziarie”, che esclude i “Crediti finanziari verso terzi” (€ 4,7m) classificati nella voce “Crediti finanziari a medio–lungo termine” della Posizione finanziaria netta e inclusi nelle “Altre attività finanziarie” dell’attivo non corrente nella Situazione patrimoniale–finanziaria consolidata

11. Si ricorda, inoltre, che la cessione delle attività nette afferenti i citati contratti, rispetto al corrispettivo incassato, non ha determinato impatti sul conto economico dell’esercizio, in quanto la transazione è avvenuta con parte correlata con conseguente riconoscimento della plusvalenza netta da cessione di $ 8,6m nel Patrimonio netto