HMSHost - International ¹⁹

Variazione
(m)  Esercizio 2015Esercizio 20142014a cambi costanti
Nord Europa 244,6 205,7 18,9% 17,1%
Resto del mondo 102,4 72,6 41,1% 35,0%
Totale ricavi 347,0 278,2 24,7% 21,9%
EBITDA 42,4 35,2 20,6% 18,1%
% sui ricavi 12,2% 12,6%    

Nel 2015 l’area International ha generato ricavi pari a € 347m, in crescita del 21,9% (+24,7% a cambi correnti) rispetto ai € 278,2m del precedente esercizio.

Nel Nord Europa i ricavi di vendita sono cresciuti complessivamente del 17,1% (18,9% a cambi correnti) grazie alle ottime performance dell’aeroporto di Schiphol in Olanda, all’ampliamento delle attività in Gran Bretagna, nonché all’ingresso in Finlandia, nell’aeroporto di Helsinki, che registra in quest’anno di avvio ricavi per € 10,6m.

Nel Resto del mondo l’aumento dei ricavi è legato all’ampliamento del perimetro di attività in Vietnam, Turchia ed Emirati Arabi, che hanno generato ricavi addizionali rispetto al 2014 pari a € 17,4m, e all’ottima performance negli aeroporti indiani di presenza (Bangalore e Hyderabad).

L’EBITDA dell’area è risultato pari a € 42,4m, in aumento del 18,1% (+20,6% a cambi correnti) rispetto a € 35,2m del 2014. Il risultato dell’anno sconta la fase di avvio delle nuove attività in Indonesia, Cina e nelle stazioni olandesi, che hanno comportato una riduzione dell’incidenza del margine sui ricavi pari al 12,2% rispetto al 12,6% dell’esercizio precedente.

Italia

(m)  Esercizio 2015Esercizio 2014Variazione
Autostrade 824,6 852,9 -3,3%
Aeroporti 77,6 79,1 -1,8%
Stazioni ferroviarie 36,7 35,1 4,7%
Altri 118,4 124,7 -5,1%
Totale ricavi 1.057,4 1.091,7 -3,1%
EBITDA 65,1 61,9 5,3%
% sui ricavi 6,2% 5,7%  

In Italia i ricavi sono stati pari a € 1.057,4m, in calo del 3,1% rispetto a € 1.091,7m dell’esercizio precedente.

I ricavi nel canale Autostrade sono risultati pari a € 824,6m, in calo del 3,3% rispetto a € 852,9m dell’esercizio 2014, esclusivamente per effetto del ridotto perimetro gestito a seguito della partecipazione selettiva alla stagione di gare autostradali 2013/2014 (che ha comportato l’uscita da diverse aree di servizio e minori ricavi per circa € 29m rispetto al precedente esercizio). A fronte di un aumento del traffico del 3,2% 20, le vendite a parità di perimetro sono risultate in crescita dello 0,9% rispetto all’anno precedente. Nel dettaglio, le vendite di ristorazione e market risultano rispettivamente in aumento dell’1,9% e del 2,6%, mentre le vendite di prodotti complementari (tabacchi e lotterie) sono risultate in calo dell’1,4%.

Le vendite nel canale Aeroporti, pari a € 77,6m (€ 79,1m nel 2014) hanno registrato un calo dell’1,8% per effetto principalmente dell’uscita dall’aeroporto di Napoli Capodichino. Escludendo le chiusure avvenute nel periodo, i ricavi registrano una crescita del 2,8%.

Le vendite nel canale Stazioni ferroviarie aumentano del 4,7% rispetto al 2014, beneficiando dell’ottima performance della stazione Milano Centrale, guidata dal Bistrot.

Le vendite del canale Altri, che includono locali in città, centri commerciali e fiere, registrano un calo del 5,1% rispetto al 2014, a seguito della chiusura di alcuni punti di vendita non profittevoli.

L’EBITDA in Italia è stato pari a € 65,1m, in aumento del 5,3% rispetto all’anno precedente, con un’incidenza sui ricavi del 6,2% rispetto al

5,7% del precedente esercizio. L’incremento di redditività riflette i risultati del progetto di revisione del sistema di produzione e della catena logistica e la chiusura di punti di vendita non profittevoli, che hanno permesso di assorbire l’impatto degli aumenti degli affitti nei locali rinnovati in autostrada. Gli oneri di riorganizzazione del periodo ammontano a € 4,7m rispetto ai € 4,2m del 2014.

Altri Paesi Europei

Variazione
(m€)  Esercizio 2015Esercizio 20142014a cambi costanti
Autostrade 425,0 416,4 2,1% 0,1%
Aeroporti 147,7 131,6 12,3% 8,1%
Stazioni ferroviarie 122,1 126,3 -3,3% -5,0%
Altri * 37,6 38,1 -1,4% -7,9%
Totale ricavi 732,4 712,3 2,8% 0,3%
EBITDA 49,2 46,7 5,3% 1,4%
% sui ricavi 6,7% 6,6%    

*Città e centri commerciali

Negli Altri Paesi Europei i ricavi sono stati pari a € 732,4m, in aumento dello 0,3% (+2,8% a cambi correnti) rispetto a € 712,3m del 2014.

Le vendite nel canale Autostrade sono state pari a € 425m, in linea con l’esercizio precedente (+2,1% a cambi correnti) rispetto a € 416,4m del 2014: la buona performance in Germania e Spagna ha controbilanciato le minori vendite in Svizzera, nei locali autostradali nei pressi del confine con la Germania, negativamente influenzate dall’apprezzamento del Franco svizzero nei confronti dell’Euro.

I ricavi nel canale Aeroporti sono cresciuti dell’8,1% (+12,3% a cambi correnti), grazie all’ottima performance registrata negli aeroporti di Atene e Bruxelles, e all’apertura di nuovi punti di vendita nell’aeroporto di Düsseldorf in Germania (che ha generato ricavi addizionali rispetto al 2014 pari a € 2,5m).

L‘andamento dei ricavi nel canale Stazioni ferroviarie (-5%; -3,3% a cambi correnti) riflette la chiusura di alcuni locali in Francia, in parte compensata dalle nuove aperture nelle stazioni di Madrid (Atocha e Chamartin).

L’EBITDA negli Altri Paesi Europei è stato pari a € 49,2m, in aumento dell’1,4% rispetto all’anno precedente (+5,3% a cambi correnti). L’incidenza sui ricavi è pari al 6,7% rispetto al 6,6% del precedente esercizio. Il risultato include oneri di riorganizzazione pari a € 1,9m (€ 1,2m nel 2014).

Costi strutture centrali europee

Nel 2015 i costi delle strutture centrali europee sono ammontati a € 8,9m (€ 9,0m nel 2014 inclusi oneri di riorganizzazione per € 0,7m).

Costi Corporate

I costi Corporate sono stati pari a € 25,7m (€ 20,9m nel 2014), in aumento principalmente per effetto di maggiori stanziamenti per € 3,5m relativi ai piani di incentivazione del management, a seguito dell’apprezzamento del titolo Autogrill alla data di chiusura dell’esercizio.

19. L’area include una serie di “location” in Nord Europa (Schiphol Airport ad Amsterdam, stazioni ferroviarie olandesi, Regno Unito, Irlanda, Svezia/Danimarca e Finlandia) e nel Resto del mondo (Emirati Arabi, Turchia, Russia, India, Indonesia, Malesia, Vietnam, Australia e Nuova Zelanda)

20. Fonte: AISCAT, gennaio-settembre 2015